RSS

iPhone: Web 2.0 con qualche perplessità

11 Giu

Naturalmente alla WWDC il keynote di Steve Jobs era denso di attese. Innovation is the Agenda at WWDC, si legge nella homepage dedicata all’evento.

Poche sorprese, ma interessanti. Tra le innovazioni di cui ha parlato il boss della mela c’erano i nuovi videogame per Mac, il nuovo Leopard, sistema “fully 64 bit” descritto con le sue principali caratteristiche, Safari for Windows (che getta il guanto di sfida a MS Internet Explorer) e l’immancabile iPhone. Immancabile perché, “a 18 giorni dal lancio” (previsto per il 29 giugno), tutto sommato non si sa moltissimo di questo nuovo apparecchio, oltre a quanto già è stato presentato in forma ufficiale.

Certo Leopard sarà una grande novità, ma è innanzitutto Safari for Windows che cattura l’attenzione. Apple descrive come il nuovo browser vada incontro alle aspettative dell’utenza: “Crediamo che gli utenti Windows rimarranno davvero impressionati nel constatare con Safari quanto veloce e intuitivo possa essere un browser web.  Centinaia di milioni di utenti Windows utilizzano già iTunes, e non vediamo l’ora di far loro provare anche l’esperienza di browsing superiore di Safari”.

Poi, one last thing… ed ecco l’iPhone, che è stato descritto come un apparecchio spiccatamente Web 2.0:

“Sviluppatori e utenti apprezzeranno in ugual misura e si stupiranno i quanto questi applicativi abbiano un aspetto e una resa fantastici su iPhone (…) Il nostro approccio innovativo, che utilizza standard basati su Web 2.0, permette agli sviluppatori di creare nuovi incredibili applicativi mantenendo sicuro e affidabile l’iPhone”.

Un iPhone aperto dunque, a cui però non manca qualche chiusura sul fronte del messaging: niente funzionalità di Instant Messaging o MMS, come ben descrive Pietro Saccomani su VoIPBlog:

Arriva una conferma, anche se non è ufficiale: non sarà possibile inviare messaggi IM dall’applicazione SMS dell’iPhone.

Macrumors ha pubblicato alcune pagine di quello che dovrebbe essere il manuale iPhone per i venditori AT&T. Trattandosi di una fonte non ufficiale, possiamo sempre sperare nel fake.

Nella parte dedicata alla funzionalità SMS possiamo leggere:

– SMS text message button shows how many new messages are waiting
Threaded conversations
– Hear an audio alert for new messages
– Error correction and prevention in the keyboard. Only displayed when you need it.

Quando si parla delle differenze rispetto all’attuale offerta di messaging di AT&T, il manuale riporta:

– SMS text messages on the iPhone will “look” like instant messaging;
– Phone users will not be able to conduct IM conversations with instant messaging users
– iPhone doesn’t support MMS messaging for photos or videos.

I chattatori più accaniti potrebbero rimanere molto delusi. Ci sarebbe anche da discutere sul fatto che l’iPhone, sempre secondo quello che Macrumors ha definito il manuale per i venditori di AT&T, dovrebbe consentire di utilizzare solo contenuti compatibili con iTunes.

 
2 commenti

Pubblicato da su 11 giugno 2007 in media, Mondo, news

 

Tag: ,

2 risposte a “iPhone: Web 2.0 con qualche perplessità

  1. Sally

    12 giugno 2007 at 07:35

    Io non ho perplessita’. Questo iphone non fa per me, ha un vestito innovativo e ha tante belle funzioni, ma ha tante pecche. Al momento non e’ 3G (ci pensate? niente videochiamate) e se non ha MMS e chat significa che vogliono fare in modo che i messaggi multimediali viaggino per email.
    Quindi si punta tutto sulla connettivita’ internet mobile. Web 2.0 significa generare traffico internet mobile per aiutare il fatturato degli operatori?

     
  2. Demo

    12 giugno 2007 at 16:17

    Io invece ho il timore che IPHONE sia una vera ciofeca che tuttavia avra’ un grande successo di mercato solo per il fatto di chiamarsi APPLE.
    Gia’ questo Safari per Windows si e’ incraccato (ok e’ beta), non e’ che anche il telefonino non e’ un granche?

     
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: