RSS

Alcune impressioni sul 3-Skypephone

10 Nov

Daniele Minciotti su I miei silenzi.com si è telefonicamente travestito da rivenditore 3 per interpellare una responsabile di gestione dei punti vendita 3 Italia per avere una serie di chiarimenti ai dubbi sorti sull’offerta del 3-Skypephone. (via Wittgenstein + Gaspar Torriero)

Al di là di alcune imprecisioni veniali e non, il battibecco tra i due interlocutori è interessante perché fa trasparire – nel settore della telefonia mobile, ma anche in altri ambiti – come le offerte commerciali sembrino architettate per generare confusione ed enfatizzare solamente gli elementi allettanti.

Comunque è necessario tenere ben saldo in mente che:

  • nessuno regala niente
  • le offerte commerciali non sono eterne (basta vedere il can can sollevato dalle rimodulazioni tariffarie di Wind e 3)
  • inserire la parola gratis, nelle offerte commerciali legate ad un servizio che prevede un canone o una tariffa, è un abuso.
 
15 commenti

Pubblicato da su 10 novembre 2007 in Mondo, news

 

Tag: ,

15 risposte a “Alcune impressioni sul 3-Skypephone

  1. massimo cavazzini

    10 novembre 2007 at 15:42

    Francesco ha scritto un post con il 95% di inesattezze e falsità. Non sa di cosa parla, questo è quanto.

    se vuoi info sullo skypephone,
    http://www.maxkava.com/2007/11/skypephone.html

     
  2. Ottavio Isimbaldi

    10 novembre 2007 at 19:26

    Caro Cavazzini,
    in effetti c’e’ da capire una cosa: perche’ e’ cosi’ facile sbagliare a capire le condizioni economiche di un servizio di telefonia mobile?
    Uno dei motivi puo’ senza dubbio essere la superficialita’. Un altro, pero’, e questo e’ oggettivo, e’ la tendenza a formulare condizioni elaborate, articolate e che, come dice Bonacina, inducono confusione nel lettore. Che quindi e’ parzialmente giustificato a mal interpretare.
    Teniamo presente una cosa: l’utente-consumatore ha tutto il diritto di essere messo in grado di sapere tutte le condizioni di un’offerta. Il fatto che un’azienda le scriva parzialmente con caratteri grandi e parzialmente con caratteri piccoli (e questi ultimi magari con colore diverso veogno usati per paragrafi da leggere dopo un paio di scroll di mouse in una finestrella di due righe) non si puo’ dire che sia conforme a questo diritto.
    Come e’ gia’ stato detto da diversi blogger, sarebbe necessario imporre condizioni piu’ semplici, e tutte da esporre in eguale evidenza.
    Il sistema utilizzato oggi e’ sbagliato, e lo testimoniano tutte le multe che l’Antitrust infligge a tutti gli operatori di telefonia per questioni di pubblicita’ ingannevole. Le multe pero’ sono di importi troppo bassi e le aziende non smettono: in che mondo viviamo, se un atteggiamento scorretto procura guadagno e la punizione e’ ridicola?
    E’ vero, i gestori mobili non sono gli unici artisti nel produrre condizioni e clausole variamente scritte, ci sono istituti bancari, utilities e altre aziende che lo fanno. Ma non e’ detto che sia giusto fare cio’ che tutti fanno! Non sto dicendo che la confusione tariffaria e’ colpa esclusiva di 3, ma semplicemente che 3 e’ un mattoncino che fa parte di un sistema scorretto. Che va cambiato. E chi ne fa parte e se ne rende conto, deve impegnarsi a fare qualcosa per cambiarlo. Altrimenti verra’ un altro Andrea D’Ambra e un’altra petizione, che con un risultato positivo scatenera’ conseguenze negative.
    In fede

     
  3. massimo cavazzini

    11 novembre 2007 at 02:27

    Ottavio,
    come ho scritto nei commenti di qualche blog (forse Pasteris), se mi dici che si può migliorare, non puoi che trovarmi d’accordo! Io sono convinto che – in genere, non solo nelle tlc mobili ma sul mercato dei servizi – che si stia andando verso l’americanizzazione dei contratti: ti dico tutto tutto tutto, anche le cose più banali e stupide, perchè qualsiasi cosa che non esplicito il consumatore la uso contro l’azienda.

    Come tu stessi sottolinei – e mi trovi d’accordo – è un problema generale di mercato (le pubblicità delle auto con finanziamento: riesci a leggere le scritte?): personalmente prendo atto che esiste e leggo sempre tutto con calma. Non sposo la tesi del “chi elimina gli asterischi vince” percxùhè le società che ci hanno provatop in passato _non_ sono state premiate dai consumatori. Forse, prima di cambiare i contratti, bisognerebbe cambiare la mentalità dei consumatori stessi, che sono attratti da un bel paio di tette e una scritta “gratis”. Le aziende (non solo di tlc) si adeguando e mi sembra il gatto che si morede la coda: è colpa delle aziende che offrono un certo tipo di prodotto con una certa comunicazione o è colpa del consumatore medio che vuole vedere quel tipo di offerta? Io propendo per la seconda: se un certo tipo di comunicazione/approccio non funzionasse, forse non esisterebbe. Invece esiste…

     
  4. MFP

    11 novembre 2007 at 08:28

    Massimo, e’ colpa delle aziende che vendono un certo tipo di prodotto, punto.

    Senza questioni sulla comunicazione, anche perche’ bisogna vedere cosa intendi per comunicazione… la comunicazione per essere tale deve essere bidirezionale… un’azienda che fa pubblicita’ non sta comunicando, sta trasmettendo una serie di stimoli. Il problema e’ che se per anni vengno trasmessi una serie di stimoli artificiosi che poi non trovano riscontro nella realta’, il consumatore a lungo andare ne trae un senso di tradimento che si tiene addosso vita natural durante. C’e’ poco da fare: negli ultimi 10 anni quante volte hai letto la scritta “gratis” sotto un’offerta!? E quante volte era concretamente gratis!? Quanto e’ scesa la spesa in traffico telefonico mobile degli italiani? Quale offerta permette di diminuire sensibilmente la propria spesa? Se vai a vedere non solo non c’e’ nulla di gratis… ma non c’e’ nemmeno qualcosa che fa risparmiare un pochino…
    Non che voglia le birre gratis, ci mancherebbe; dico soltanto che oggi, quando entro in un negozio di telefonia, o quando vado ad informarmi presso il call center di un operatore, so’ gia’ che qualcuno tentera’ di prendermi per il culo … qualche utente diventa paranoico… la maggioranza semplicemente smette di ascoltare i messaggi che arrivano dagli operatori… in ambo i casi l’operatore ha perso mordente sugli utenti e l’unico modo che ha per recuperarlo e’ fare un’offerta migliore, la quale pero’ per questioni che non e’ possibile trattare qui ora, non puo’ esserlo a meno che non si gonfi con panegirigi e fronzoli che permettono di confondere un po’ le idee…

     
  5. db

    11 novembre 2007 at 09:33

    Max, tu dici
    “Forse, prima di cambiare i contratti, bisognerebbe cambiare la mentalità dei consumatori stessi, che sono attratti da un bel paio di tette e una scritta “gratis”.

    Forse. Ma le tette sopra la scritta “gratis” non le hanno messe gli utenti, ma le aziende. Ma questo oggi non riguarda 3, che è passata da Paris Hilton a Luciana Littizzetto 😉
    Il consumatore ha le sue colpe, perché se agisse con calma – come dici tu – e meno superficialmente non cascherebbe in quello che poi si rivela un tranello. Però se già c’è un tranello c’è qualcosa che non va… E se non ci fosse, perché tanti panegirici e fronzoli, come dice Michele?

     
  6. andrea

    11 novembre 2007 at 19:06

    HO LO SKYPEPHONE DA 3 GIORNI E NON VA NULLA!!!!
    Aveta capito bene! Non và!
    Chiamo la 3 a 33centesimi al minuto!! e non sanno cosa dirmi!!
    Gli chiedo se a qualcuno va! E mi rispondono che hanno avuto solo segnalazioni negative!
    Il prodotto non và????
    Per dare maggiori informzioni:
    Lo skypephone non riesce a collegarsi a skype!
    Mi dice che l’account di skype è errato! Ma non è vero! Gli account che ho di skype vanno tutti correttamente!
    E la 3 che non da accesso verso skype e quindi il sistema pensa che ci sia un rifiuto e da account errato! Di questo sono quasi sicuro perchè mi da la solita risposta quando dico allo skypephone di crearmi un nuovo account! mi fa inserire tutti i dati.. e dopo pochi minuti mi ririsponde account errato!
    Sono andato a fare queste prove anche sotto l’antenna della 3! Ci mancava poco che mi ci arrampicavo!!!
    Ad oggi skypephone non funziona!
    Andrea da Ponsacco

     
  7. MFP

    17 novembre 2007 at 01:53

    ihih, Andrea… “sotto le antenne” in genere non e’ una buona posizione 😉

     
  8. will

    28 novembre 2007 at 17:15

    d’accordo sulla scarsa trasparenza, sulle difficoltà al primo utilizzo, ma ormai dopo una decina di giorni sembra che il mio 3skyphone vada. 🙂
    Fino alla versione 2.0.15 (che ho potuto scaricare solo oggi perchè non si connetteva al sito) si verificano disconnessioni a caso, ma dopo aver installato l’aggiornamento sembra andare decisamente meglio.
    Per quanto rigarda la tariffazione sembra che 3 si stia comportando bene (a parte qualche addebito di 0.09 cent a pagina web anche all’interno dell’area clienti).
    Le difficoltà maggiori stanno nella comunicazione con il servizio clienti 3 (quasi impossibile via tel/web).
    In generale il servizio è sufficiente, abbinato alla super0 si risparmia su chiamate/videochiamate con 3 e in più sotto copertura H3G hai la possibilità di non pagare un cent utilizzando skype(e ora con l’agg non si dovrebbe rischiare di trovare gli altri utenti disconnessi per sbaglio).
    Ma nessun gestore regalerà mai niente purtroppo 😦

     
  9. andrealuca78

    4 dicembre 2007 at 09:41

    Ho comprato sto benedetto Skypephone 8 giorni fa; il messaggio di attivazione della mia tariffa è arrivato dopo 4 giorni!
    Il messaggio di attivazione dell’opzione Skype è arrivato solo stamattina (8 giorni dopo l’acquisto!!!)

    E il bello è che….
    SKYPE ANCORA NON FUNZIONA!!!!

    Se provo a connettermi continua a dirmi che devo abbonarmi, ma santo cielo io sono già abbonato e ho gia pagato più di una settimana fa!!

    Se chiamo il 133 (a pagamento, ovviamente) ogni giorno trovano una scusa diversa per dirmi che devo aspettare altre 24 ore.
    Però io i miei soldi glieli ho dati puntuale il primo giorno. Se il servizio non è ancora attivo che lo dicano… avrei aspettato prima di comprarmi sto telefono!!

    In sitesi: TRE non rispetta gli impegni! Comportamento verso i loro clienti assolutamente inqualificabile. Appena esce un servizio simile da parte di Tim cambio subito operatore.
    Meglio cambiare, no?

     
  10. Atreyu

    8 gennaio 2008 at 19:05

    leggete qui per sbloccarlo!!!! http://3skypephone-non-funziona.blogspot.com/

     
  11. francesco

    18 gennaio 2008 at 15:24

    Ho comprato lo skypephone da 5 giorni. Skype funziona benissimo. Ho 95 cent nel telefono dal primo giorno e lo uso per mandare messaggi a utenti skype senza spendere un cent. Mi si è attivato subito, anche se alla prima accensione ha detto che dovevo abbonarmi. Poi ha sempre funzionato bene. Lo uso anche come modem con naviga tre. nico difetto, la versione che ho di Fast Mobile 3 non lo riconosce, ma per ora ho ovviato al problema e rieso a navigare ugualmente con Naviga tre. Ricarico 10 euro al mese, di cui 9 mi vanno in naviga tre. Mi rimane un euro al mese che praticamente non uso perché uso lo skypephone solo per contattare utenti skype. L’ho pagato 99 euro. Cifra che ritengo onesta date le caratteristiche del cellulare (forse un po’ trabiccoletto). unico difetto: si è spento e per riaccenderlo ho dovuto togliere la batteria. Oggi lo riporto dove l’ho acquistato per sentire cosa mi dicono. Ciao.

     
  12. Malusblade

    4 marzo 2008 at 13:20

    La mia ragazza ha comprato lo Skypephone qualche giorno fa e va tutto benissimo, solo che, anche se abbonata a naviga 3 e pagato i suoi 9 euro mensili, non riesce a collegarsi!! La versione che ha di Fast Mobile 3 non lo riconosce(cn un portatile con sistema operativo vista), in quanto appena collegato lo vede come un momo design, anche se nessuno che conosciamo ha mai avuto un momo design, quindi non può essere stato collegato/istallato nulla che si può riferire a questo modello di cellulare! Ho letto che Atreyu è riuscito a collegarsi, mi potreste dire come?? grazie per l’aiuto, ragazzi!! 🙂

     
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: