RSS

Sicurezza fa rima con “consapevolezza”

31 Gen

prince-william-pre-doctored1

Avete presente il motivo per cui l’accesso ad un sistema è subordinato all’utilizzo di un nome utente (username) e di una password? E le (ovvie) ragioni per cui queste informazioni devono essere mantenute riservate?

Bene. Ora osservate questo esempio, non recentissimo, ma utile a rendere l’idea. La foto riprodotta qui sopra (click per ingrandire) ritrae il duca di Cambridge – meglio noto come principe William – in una base della RAF ed è stata pubblicata puramente per questioni di immagine. Qui non si nota niente di particolare, anche perché questa risoluzione non è il massimo per i dettagli, ma osservando bene l’immagine, in alto a sinistra c’è un foglietto appeso alla parete. In questo ingrandimento si vede meglio (intanto, meglio metterci delle pecette, va’):

Prince-William-Passwords

Sicuramente quei MilFlip Logon Details non apriranno al mondo le porte di importantissimi segreti militari, ma – come si diceva sopra – se esistono credenziali di autenticazione, un motivo c’è. Lo conferma la reazione del ministero della difesa britannico che, dopo averne ricevuto segnalazione, ha provveduto a sbiancare il dettaglio incriminato…

photo_prince_william_1_photoshopped-620x434

 
Commenti disabilitati su Sicurezza fa rima con “consapevolezza”

Pubblicato da su 31 gennaio 2013 in news, security

 

Tag: , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: