RSS

Archivi tag: chiara ferragni

Il nulla diventa virale

Ma davvero siamo arrivati al punto in cui le testate giornalistiche cavalcano la viralità di una non-notizia che deriva da una messinscena preannunciata (in Muschio Selvaggio)? Davvero questa vicenda trova spazio su RaiNews – struttura informativa della TV di Stato e quindi sostenuta da denaro pubblico – e su altre testate giornalistiche (incluse alcune finanziate con contributi pubblici diretti o indiretti)?

Non cito gli articoli che parlano di ciò che si è visto durante lo spettacolo trasmesso in TV, ma quelli che evidenziano una vicenda che in un mondo normale non interesserebbe a nessuno, che ruota intorno a cosa si sarebbero detti Chiara Ferragni e Fedez in seguito a quanto avvenuto nell’esibizione di Rosa Chemical alla serata finale del Festival di Sanremo. E STICAZZI? Possiamo mettere un freno a questa dispersione di denaro dei contribuenti?

Nulla da eccepire nei confronti di chi volesse esprimere un’opinione sull’esibizione, ovviamente. Ognuno deve poter dire ciò che pensa. Ma dare attenzione ad un banale siparietto avvenuto dopo, a telecamere spente, che senso ha? Dov’è il diritto di cronaca in questo nulla cosmico?

 
1 Commento

Pubblicato da su 13 febbraio 2023 in facezie

 

Tag: , , , , , , , ,

Ferragnez arruolati da Giuseppe Conte. E allora?

A coloro che si scandalizzano per la scelta del presidente Giuseppe Conte di chiedere la collaborazione di Fedez e Chiara Ferragni – in quanto personaggi con notevole visibilità – per “esortare la popolazione, soprattutto quella più giovane, nell’utilizzo delle mascherine”, vorrei ricordare la vastità della loro platea, l’obiettivo che deve raggiungere una campagna di sensibilizzazione e che ogni epoca ha i suoi influencer: due anni fa Roberto Burioni dichiarò in un’intervista che gli sarebbe piaciuto vedere Fabio Rovazzi testimonial pro-vax, seguendo l’esempio del capitano della nazionale di pallavolo Ivan Zaytsev, “che ha vaccinato il figlio e ha messo la foto sui social”. D’altronde, quanti di noi sapevano che Elvis Presley nel 1956 fu chiamato ad un ruolo analogo per sensibilizzare la popolazione ad aderire alla campagna di vaccinazione contro la poliomielite? Da 58mila casi, nell’arco di dieci anni si arrivò a 910, un risultato difficile da raggiungere rimanendo nell’ambito di una comunicazione tradizionale a livello sanitario.

Qual è l’obiettivo di una campagna di sensibilizzazione? Raggiungere e convincere il maggior numero di persone possibile. E, francamente, dal momento che il fine è il contributo ad una causa che riguarda la salute pubblica, questo è uno dei mezzi più efficaci. Attenzione, questa non deve essere considerata semplicemente come una prova del fallimento della comunicazione di istituzioni e fonti autorevoli: chi si occupa di intrattenimento e spettacolo ha più presa sul pubblico di quanta ne possa avere una figura accademica. Da sempre. Per la ricerca di un testimonial, ciò che conta è quanto pubblico attrae.

 
2 commenti

Pubblicato da su 20 ottobre 2020 in news

 

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: