RSS

Precisazioni sui tweet dal ministero

02 Mag

SaccomanniTwitter

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha ritenuto opportuno comunicare ufficialmente che il ministro Fabrizio Saccomanni non dispone di alcun twitter. Tutte le presunte notizie che fanno riferimento a questo tweet sono destituite di ogni fondamento.

“Questo tweet” quale? Tenendo presente che per tweet si intende “un messaggio diffuso attraverso Twitter” e che dire “non dispone di alcun twitter” è come dire “non dispone di alcuna telecom” di una persona sprovvista di telefono, credo che il comunicato stampa parlasse implicitamente di questo:

SaccomanniFakeTweet

Non guardate me, il ministro Saccomanni nel mio elenco non c’è. In ogni caso i fatti sono questi: Mario Draghi pare godere di ottima salute, il ministro Saccomanni pare non disponga di alcun account su Twitter, mentre qualche idiota pare abbia il vezzo di diffondere bufale sotto mentite spoglie. Iniziativa che, ci ricorda la Cassazione, è un reato previsto dall’Articolo 494 del codice penale, applicabile a “chiunque, al fine di procurare a sè o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria all’altrui persona”. Mi attendo quindi che il ministero disponga accertamenti in tal senso, a tutela dell’autorevolezza delle istituzioni e degli strumenti di comunicazione da esse utilizzate.

Osservazione a margine della vicenda: è un peccato che il ministro Saccomanni non abbia un account Twitter certificato, tra i suoi colleghi ormai è in minoranza.

UPDATE: Dopo un paio d’ore, la prima frase del comunicato è stata corretta come segue: “Il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Fabrizio Saccomanni, non dispone di alcun account twitter, né istituzionale, né personale”. Nel frattempo, l’account twitter incriminato è stato rimosso.

 
4 commenti

Pubblicato da su 2 maggio 2013 in news

 

Tag: , , , , ,

4 risposte a “Precisazioni sui tweet dal ministero

  1. Marcella

    2 maggio 2013 at 16:07

    Dal comunicato del ministero non si capisce nulla, sembra la difesa pubblica da un’accusa privata. Forse l’avrebbero spiegata meglio se l’argomento non fosse stato così serio?

     
    • Marcella

      2 maggio 2013 at 16:17

      …..e ora che hanno corretto non si capisce niente lo stesso

       
  2. Pegaso

    2 maggio 2013 at 16:27

    Infatti se leggessi solo la nota del mef penserei che la smentita riguarda semplicemente l’iscrizione del ministro su twitter, invece riguarda un account falso che ha diramato una notizia falsa relativa a Mario Draghi che proprio oggi era in conferenza per rendere pubbliche alcune decisioni cruciali prese dalla BCE

     
  3. iCarlo

    2 maggio 2013 at 17:25

    Nel governo c’è una minoranza analogica di ministri senza web 2.0, sarebbe ora che si modernizzassero, loro o il loro ufficio stampa

     
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: