RSS

Scoperte dell’acqua calda: Android era il “piano B” di Nokia

16 Set

Nokia-Lumia-Nexus-4S_030412

Tutti in queste ore mostrano grande stupore nel leggere dal New York Times che Nokia, prima di diventare una divisione mobile di Microsoft, avesse valutato la possibilità di adottare Android – anziché Windows Mobile – sui propri smartphone, nonostante un accordo che prevedeva appunto l’utilizzo del sistema operativo di Microsoft. Accordo che però – prima dell’operazione di acquisto di Nokia da parte dell’azienda americana – era a termine, con scadenza prevista nel 2014.

Ma di cosa ci si stupisce? Questa stessa notizia circola da oltre un anno, come testimoniato ad esempio dall’italiano HDBlog (da cui ho preso l’immagine) e ribadito da Forbes. Quindi dov’è lo scoop? Di che novità stiamo parlando?

 
2 commenti

Pubblicato da su 16 settembre 2013 in business, cellulari & smartphone, news

 

Tag: , , , ,

2 risposte a “Scoperte dell’acqua calda: Android era il “piano B” di Nokia

  1. Alfredo

    17 settembre 2013 at 00:13

    Ecco dove avevo visto la foto… è roba vecchia, diciamo.
    Comunque era giusto e pensabile che Nokia valutasse Android. È così incredibile, anche se aveva un accordo con Microsoft? Non l’aveva ancora sposata!

     
    • Ricky

      17 settembre 2013 at 10:54

      Infatti, ma la stampa ultimamente ha la memoria corta. Forse per convenienza: se si fossero ricordati, con cosa avrebbero riempito gli spazi di quella “notizia”?

       
 
<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: