RSS

3 vuole la TV per entrare in Borsa

30 Apr

Imperdibile la puntata di Report andata in onda questa sera. Si è parlato di H3G, ossia di TRE, l’operatore mobile che ha lanciato in questi giorni il suo nuovo servizio televisivo che si chiama Walk TV, laTV mobile.

A parte il fatto che, nel servizio, ha fatto capolino anche una schermata estratta da internet che riportava un articolo di Punto Informatico firmato dal sottoscritto (e questo, oltre a dare soddisfazione, significa che anche Report legge PI), il reportage è interessante per motivazioni abbastanza condivisibili: H3G intende quotarsi in Borsa (anche se non si sa ancora bene quando, visti i continui rinvii), e quando lo sarà (quotata) la sua vita finanziaria potrà essere legata a quella dei risparmiatori italiani. Legittimo, quindi, conoscerne bene alcuni aspetti, magari di carattere finanziario. Invito tutti a visitare la pagina web del servizio.

Anche per farsi venire qualche dubbio.

UPDATE: non posso che condividere in toto il parere di Beppe Caravita sul servizio di Milena Gabanelli (del quale stila un efficace riassunto)

 
3 commenti

Pubblicato da su 30 aprile 2006 in media, news

 

Tag: ,

3 risposte a “3 vuole la TV per entrare in Borsa

  1. Ferd

    30 aprile 2006 at 22:54

    H3G ha perdite consistenti. Se la sua TV non decolla, potrebbe davvero rischiare di chiudere i battenti.
    Il servizio l’ho visto anch’io, secondo me il manager di H3G non ha fatto per niente una bella figura.

     
  2. max

    30 aprile 2006 at 22:59

    Vincenzo Novari ha detto: “Se voglio una macchina HP, HP non me le vende…E’ una policy HP in Italia ma non con me , con tutti…Noi abbiamo evidenza di questo”.
    Gabanelli risponde: “Se me la può mostrare questa evidenza, si prenda il tempo che vuole non me le deve mica dare oggi”

    “L’evidenza che ci arriva è una lettera nella quale Hp ovvero Hewlett Packard dice “Potete fare come volete, acquistare da noi o dai nostri partner”.

    L’amministratore delegato di H3G ha negato quello che ha poi prodotto come “evidenza” (sì, ha negato l’evidenza). Che ci sia un suo coinvolgimento in questo tipo di trattativa??

     
  3. Franky

    30 aprile 2006 at 23:01

    Chissa’ chi c’e’ coinvolto. Di certo, le ultime frasi fra l’avvocato Lagostena e la giornalista ricordano da vicino una sorta di intimidazione… 😉

     
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: