RSS

Oggi cultura di spessore

10 Mag

Ultimamente ho avuto poco tempo per i curare i contenuti del blog. Ho un paio di bozze interessanti in cantiere e per i prossimi giorni assicuro letture interessanti.

Ma questa sera non posso esimermi dal sottolineare il successo di una serata a carattere culturale che ha avuto luogo presso la biblioteca di Calolziocorte, a cui ho avuto il privilegio di prendere parte. Protagonista della serata, appuntamento che faceva parte del ciclo Incontri con l'autore, è stato Luca Rota, poliedrico autore di racconti, romanzi, poesie e saggi, nonché indomito e libero esternatore del proprio pensiero. Il sottoscritto è stato invitato, con l'attore teatrale Massimo Nava, per partecipare attivamente, in veste (indegna, assicuro) di declamatore di opere poetiche.

Invito chi legge a visitare, anche solo per curiosità, il sito dell'autore, in cui sono pubblicate alcune opere iberamente scaricabili e i cui contenuti offrono spunti e motivi notevoli di riflessione, oltre che di godibile intrattenimento. Anche perché, come abbiamo avuto modo di dire durante la serata, troppo pochi sono gli autori che diffondono su internet le proprie opere a beneficio della collettività. Evidentemente sono troppo pochi coloro che scrivono per il piacere di scrivere e per ispirazione, mentre molti sono coloro che scrivono per inseguire, in questo modo come in un altro, un traguardo di notorietà, successo e vanagloria.

E trascurano un aspetto di rilevo: internet è uno straordinario e democratico, per chi vi può accedere, strumento di comunicazione di massa. E può trasformarsi in un veicolo promozionale di enorme impatto. Chi vuole farsi conoscere e non lo sfrutta, pur avendone la possibilità, commette un madornale errore. Gli autori che non diffondono liberamente in rete parte delle proprie opere, per darne un assaggio alla collettività… semplicemente non sanno cosa si perdono.

 
2 commenti

Pubblicato da su 10 Maggio 2006 in Mondo, news

 

Tag:

2 risposte a “Oggi cultura di spessore

  1. Ferd

    11 Maggio 2006 at 09:10

    Non ti facevo cosi’ letterato 😉
    Cmq l’autore sembra interessante. Mi riservo di fargli altre visite online, nel Rota-pensiero, così come nel Bonacina-pensiero, trovo parecchie osservazioni che condivido.

     
  2. Orio

    11 Maggio 2006 at 09:12

    curiosi esempi di come la cultura, magari non spesso, ma fortunatamente almeno qualche volta, si incontra con la tecnologia per dare frutti interessanti.

    e’ proprio vero, non avevo mai visto internet come uno strumento democratico. alla portata di tutti, permette a ognuno di esprimersi senza censura.

    quantomeno da noi, che per nostra fortuna non viviamo nella cina censora…….

     
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: