RSS

Radiohead, più download e meno DRM

10 Ott

La notizia che i Radiohead hanno deciso di distribuire il nuovo album inRainbows in formato MP3 a prezzo libero ha fatto rapidamente il giro del mondo e riscosso i prevedibili consensi. L’album sarà venduto anche in una versione cofanetto, per i fan disposti a pagare 57 euro, ma è la possibilità del download a offerta libera che ha creato un po’ di scompiglio nel panorama commerciale. E l’idea sta facendo scuola: ora pare che anche i Nine Inch Nails intendano seguire la stessa strada.

E’ vero, esistono altri esempi simili, come Magnatune, che sul fronte del prezzo fa più o meno la stessa cosa, però si tratta di un’etichetta indipendente e che non ha sotto contratto artisti paragonabili ai radiohead, anche in termini di giro d’affari.

Coloro che si sono prenotati per il download di In Rainbows hanno ricevuto questo messaggio:

THANK YOU FOR ORDERING IN RAINBOWS. THIS IS AN UPDATE.

YOUR UNIQUE ACTIVATION CODE(S) WILL BE SENT OUT TOMORROW MORNING (UK TIME). THIS WILL TAKE YOU STRAIGHT TO THE DOWNLOAD AREA.

HERE IS SOME INFORMATION ABOUT THE DOWNLOAD:

THE ALBUM WILL COME AS A 48.4MB ZIP FILE CONTAINING 10 X 160KBPS DRM FREE MP3s.

MOST COMPUTERS NOW HAVE ZIP SOFTWARE AS PART OF THE OPERATING SYSTEM; IF YOUR COMPUTER DOES NOT, YOU NEED TO GET WINZIP OR ZIPIT INSTALLED PRIOR.

YOU CAN DOWNLOAD THEM HERE:

PC: http://www.winzip.com/
MAC: http://www.maczipit.com/

IF YOU HAVE ANY QUESTIONS OR PROBLEMS DOWNLOADING YOUR FILE, PLEASE CONTACT OUR DOWNLOAD CUSTOMER SERVICE TEAM AT
(indirizzo censurato a scopo antispam, ndd)

Che i brani siano distribuiti in formato MP3 e DRM Free è una notizia che non può che fare piacere. Gli utenti più esigenti – come Alessandro Longo – storcono il naso per il fatto che i file sono a 160 Kbps. Brodo Primordiale spiega:

Gli mp3 scaricabili di In Rainbows, il nuovo album dei Radiohead (qui la guida di Pitchfork), sono di qualità talmente bassa che non raggiungono nemmeno i requisiti minimi per essere postati su Oink. That’s fun. A dicembre però arriva il boxset e, ad un primo ascolto, mi sembra che il disco non sia male. Non sono riuscito a trovare la cover art in giro, però pare proprio che sarà al top.

160 Kbps non sono certo il massimo per i puristi del suono, ma a mio avviso sono un compromesso più che dignitoso e accettabile, vista anche la modalità di distribuzione. Comunque trovo che la qualità dei brani di InRainbows non sia affatto male per essere a 160 Kbps. Se fossi un fan serio e i Radiohead fossero una delle mie band preferite, probabilmente investirei nel cofanetto. Forse anche per lo spot di Brodo 😉 .

 
2 commenti

Pubblicato da su 10 ottobre 2007 in media, Mondo, news

 

Tag:

2 risposte a “Radiohead, più download e meno DRM

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: