RSS

Internet, una ribalta per tutti

26 Gen

Settimana impegnativa, quella appena trascorsa. E gli impegni, di lavoro e domestici, hanno un po’ rallentato il mio peregrinare in rete e gli aggiornamenti di questo blog. Fra i vari avvenimenti, la mia partecipazione alla trasmissione Radio Thule di lunedì scorso, condotta dall’illustre (e qui già linkato) Luca Rota, che mi ha dato modo di farneticare un po’ in tema di Internet e dintorni.

E c’è un aspetto, di Internet, di cui non ho parlato granché, ma che mi ha sempre affascinato e anche un po’ spaventato, almeno fino a qualche tempo fa. E’ il fatto che la Rete può essere una straordinaria ribalta per chiunque, sia per eroi positivi che per protagonisti di episodi meno degni. In questa stessa settimana, anzi ieri, Stefano ha trovato il tempo di aggiornare il suo, di blog, per parlarci di quella che è stata definita “la più grande frode della storia della finanza internazionale” (ne hanno parlato anche Corriere, Repubblica e Sole24 Ore) attuata dal trader francese Jerome Kerviel, responsabile di un buco di quasi 5 miliardi di euro ai danni di Société Générale. Kerviel si è guadagnato una ribalta mediatica tale che sembra essere diventato una star: ha già una pagina biografica su Wikipedia, mentre il Telegraph ha pubblicato il suo curriculum vitae. In questo mondo, per quelli che la mettono in saccoccia agli altri, c’è sempre posto.

 
2 commenti

Pubblicato da su 26 gennaio 2008 in Internet, Mondo

 

2 risposte a “Internet, una ribalta per tutti

  1. Alberto

    26 gennaio 2008 at 22:48

    Mi dispiace leggere la nota polemica finale. Mi dispiace soprattutto perché la sento mia.
    Forse è insito nella natura umana il fatto di trovare interessante le malefatte altrui e quindi, avendo un pubblico, personaggi negativi possono mettersi in mostra 😦

     
  2. Ferd

    27 gennaio 2008 at 00:04

    La nota polemica finale e’ anche un po’ mia. E la vedo applicabile dappertutto.
    Un altro esempio di questo tipo di ribalta e’ dato da Fabrizio Corona: il fatto di essere stato in galera gli ha portato piu’ fama e notorieta’ di prima, che era conosciuto solo per essere il marito di Nina Moric. Ora va in TV, sfila in passerella, ed e’ richiestissimo.
    E pensare che non sa neppure tenere in mano una macchina fotografica come si deve!

     
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: