RSS

Decreto TV: non ci siamo

03 Mar

Ancora una volta la spanna regna sovrana tra le unità di misura che le istituzioni italiane utilizzano nel promulgare le leggi.

Come scrive Marco, il decreto è ricco di scarsa specificità e vaghezza di termini, che rendono la norma nebulosa e troppo interpretabile. In mezzo a queste lacune, evidenzia Stefano, c’è un bug del testo che, potenzialmente, espone tutti gli intermediari a responsabilità e provvedimenti per eventuali violazioni di copyright realizzate dagli utenti, oltre a non recepire l’esclusione di responsabilità degli intermediari prevista dalla direttiva 2000/31/CE (Commercio Elettronico) e, come osserva l’Associazione Italiana Internet Provider, la norma istituisce in pratica il Grande Fratello di Stato.

 
Commenti disabilitati su Decreto TV: non ci siamo

Pubblicato da su 3 marzo 2010 in Life, media, Mondo, news

 

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: